La Cataratta

<h1>La Cataratta</h1>

Intervento di cataratta

La cataratta è una opacizzazione della lente che si trova all’interno dell’occhio. Questa lente prende il nome di cristallino. Il cristallino è composto principalmente da acqua e proteine. Con il tempo, le proteine possono ossidarsi, offuscando la luce che passa attraverso gli occhi e rendendo la vista velata o sfuocata.

La cataratta è la principale causa di cecità trattabile presente in tutti i paesi del mondo e colpisce soprattutto persone sopra i 60 anni.
Oltre i 65 anni, circa la metà della popolazione sviluppa una cataratta e dopo i 75 anni la percentuale raggiunge il 90%.

La cataratta senile si sviluppa lentamente senza dare sensazioni spiacevoli, molto spesso chi ne è affetto non se ne rende conto fino a quando non incontra difficoltà visive o la necessità di cambiare frequentemente gli occhiali.
Al contrario di quanto talvolta si pensi, la cataratta non è un velo che scende sopra l’occhio, ma è una progressiva ossidazione, disidratazione, inspessimento ed opacizzazione del nostro cristallino.
 

Tipi di Cataratta

  • Cataratta senile: connessa all’età si manifesta in genere intorno ai 60 anni.
  • Cataratta nucleare: è un tipo di cataratta caratteristica dell’età adulta in cui la parte centrale del cristallino è opacizzata, per l’appunto è il nucleo del cristallino a perdere la trasparenza da cui il nome di cataratta nucleare.
  • Cataratta corticale: è un tipo di cataratta che coinvolge la parte esterna del cristallino, può anche svilupparsi a seguito di un trauma.
  • Cataratta secondaria: viene dopo l’intervento di cataratta e riguarda un opacizzazione del cristallino artificiale che si cura con un trattamento laser detto Capsulotomia Yag Laser.

 

Le cause della cataratta

  • L’eta (cataratta senile).
  • L’esposizione non protetta ai raggi ultravioletti.
  • I traumi agli occhi.
  • L’uso di farmaci come i cortisonici (cataratta sottocapsulare posteriore).
  • Malattie sistemiche quali il diabete.
  • Malattie oculari quali il glaucoma e la miopia elevata possono predisporre al formarsi della cataratta.

 

Come si cura la cataratta

Molte persone credono ancora che sia necessario aspettare a lungo prima di sottoporsi all’intervento, anni fa in effetti si doveva attendere la “maturazione” della cataratta, ovvero aspettare che diventasse dura e riducesse in modo importante la visione.

Oggi non è più così, anzi è da evitare un eccessivo indurimento ed opacamento del cristallino per ridurre al minimo l’uso degli ultrasuoni e rendere meno invasivo l’intervento. Sarete voi con il consiglio del vostro chirurgo a decidere il momento giusto per l’intervento, questo vi permetterà di recuperare la miglior vista con il minor rischio possibile.

In presenza di cataratta non esistono medicine, diete od occhiali in grado di farla regredire. Finora l’unico trattamento valido è di tipo chirurgico. Non è un’operazione da eseguire d’urgenza e può essere praticata indipendentemente dal grado di opacizzazione del cristallino quando impedisca al paziente di svolgere le normali attività quotidiane.

La metodica più moderna di estrazione della cataratta è la facoemulsificazione. Con questa tecnica la cataratta non viene estratta attraverso un grosso taglio ma aspirata con un piccolo ago che vibra attraverso un taglio molto piccolo. Viene inoltre conservata la capsula del cristallino ed al suo interno viene posta una lente di piccolo diametro.

Tale lente è di materiale plastico e di piccole dimensioni. È inserita dal chirurgo dopo la rimozione della cataratta. È ben tollerata dall’organismo e non dà luogo a fenomeni di rigetto. Il materiale inalterabile e di lunga durata la rende utilizzabile anche in pazienti giovani.

 

Domande

  1. La cataratta è un velo che copre la parte anteriore dell’occhio

Falso la cataratta è la progressiva opacizzazione della piccola lente che abbiamo all’interno dell’occhio chiamata cristallino

 

  1. La cataratta può essere curata con farmaci o trattamenti di rieducazione visiva

Falso l’unico modo per curare la cataratta è l’intervento chirurgico.

 

  1. Dopo l’intervento bisogna tenere chiuso l’occhio per una settimana

Falso la benda viene tolta dopo 24 ore e l’occhio inizia subito a vedere.

 

  1. La tecnica chirurgica più moderna non richiede punti di sutura

Vero le due incisioni necessarie sono di 1 e 2.75 millimetri e non richiedono nessuna sutura

 

  1. La cataratta colpisce solo le persone anziane

Falso sono presenti in buon numero anche cataratte congenite, giovanili e della seconda età

 

  1. Prima di intervenire bisogna aspettare che la cataratta maturi

Falso oggi è proprio il contrario, le nuove tecniche consigliano che l’intervento venga eseguito prima che il cristallino diventi troppo duro ed opaco. Questo riduce i rischi e migliora i risultati post operatori.

 

  1. Il cristallino artificiale deve essere sostituito dopo pochi anni

Falso le nuove lenti sono eterne, hanno dei filtri anti radiazioni ultraviolette e mantengono le loro caratteristiche ottiche per sempre

 

  1. Dopo qualche anno può ritornare la cataratta

Falso la cataratta non ritorna, può presentarsi invece una opacità della capsula posteriore che viene chiamata cataratta secondaria. Questa nuova opacità viene trattata ambulatorialmente con lo YAG laser.

cataratta matura

cataratta matura

Comments (3)

  1. Grazie per la disponibilità e la professionalità. L’intervento di cataratta è andato benissimo, dopo pochi giorni vedevo già molto bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *